lovato electric normativa cei-0-16

A partire dal 17 aprile 2019 il CEI ha reso disponibile le nuove edizioni delle Norme CEI 0-16 e CEI 0-21.

ARERA, con la delibera 149/2019/R/EEL, ha definito le tempistiche per l’applicazione delle nuove edizioni.

In sintesi quanto riguarda le protezioni di interfaccia:

  1. Gli impianti esistenti non devono essere aggiornati;
  2. I nuovi impianti allacciati entro il 21/12/2019 possono utilizzare le protezioni conformi a CEI 0-21 e CEI 0-16 , edizioni 2016 e le loro successive varianti del 2017.
  3. Dal 22/12/2019 è obbligatoria la conformità alle edizioni 2019;
  4. Nel caso di richieste di connessione presentate entro il 31 marzo 2020 la conformità alle norme è dichiarata dai costruttori tramite dichiarazioni sostitutive di atto notorio;
  5. Nel caso di richieste di connessione presentate dall’1 aprile 2020 la dichiarazione dei costruttori dovrà essere basata su test report effettuati da un laboratorio di terza parte accreditato secondo CEI UNI EN ISO/IEC 17025;
  6. Possono essere utilizzate da subito le protezioni conformi alle nuove edizioni;

In merito alle protezioni Lovato Electric, si precisa quanto segue:

  • Le nuove protezioni, in produzione, prevedono già il nuovo firmware;
  • Non cambiano le funzionalità, la modifica firmware interessa solo i parametri impostati di default;
  • Sul sito web della Lovato Electric trovate tutti i documenti necessari come:
    • Autodichiarazione e certificati del 2017 per le protezioni con firmware conforme a edizioni 2016 con varianti 2017, validi fino al 21/12/2019;
    • Autodichiarazione 2019 per le protezioni con firmware conforme a edizioni 2016 con varianti 2017,
      validi da subito o comunque per richieste di connessione entro il 31 marzo 2020;
    • Certificati 2019 di ente accreditato per le protezioni con nuovo firmware conforme a edizioni 2019,
      validi da subito o comunque per richieste di connessione dall’1 aprile 2020;

Scarica i certificati

Condividi su
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.